Luciano Tortorella

LA NOSTRA TERRA
Siamo in terra umbra, il cuore verde d’Italia, ad un tiro di schioppo da Acquasparta, l’antica romana Acquas Partas, che domina il fiume Naia fra le sorgenti termali di Furapane e dell’Amerino, queste ultime note anche come Terme di San Francesco perché, secondo la tradizione, furono benedette dal Santo. Un territorio ricco di storia e di natura. La casa dei nostri fiori è in una piccola valle, in una località che chissà perché si chiama Collesecco. Siamo immersi nel verde, i nostri fiori e le nostre piante si pavoneggiano, in una sfida continua di colori e di profumi con l’ambiente circostante. Perché, in fondo, le serre sono incubatrici di nuovi esseri viventi.

LUCIANO TORTORELLA
Sono Luciano Tortorella, titolare dell’azienda florovivaistica Agriflor. Faccio parte di una famiglia che coltiva la terra da sempre. Io, la terra l’ho anche studiata nel famoso Istituto Agrario di Todi, dove ho meritato il diploma di Perito Agrario. Subito dopo ho affinato le conoscenze e l’amore per le piante in un vivaio privato, poi in una cooperativa agricola. Ho seguito numerosi corsi professionali di approfondimento tecnico, conseguendo anche la qualifica di manutentore di serre. Questo percorso ha acuito la mia voglia di fare e di gestire le mie capacità ed i miei sogni. Così, dal 1991 è cominciata l’avventura della mia azienda, che mi fa faticare, ma non mi ha mai deluso.

LA MIA STORIA
Mio padre Luigi e mia madre Anna, con il loro lavoro di contadini mi hanno insegnato l’arte di aspettare e fidarsi della terra: i frutti arrivano sempre. Dopo il servizio militare, coi gradi di ufficiale in Sardegna, ho iniziato a frequentare dei corsi di formazione nel settore della floricoltura cosi' ho iniziato questa meravigliosa avventura . Col tempo ho dovuto imparare anche l’arte di prevedere, cioè scegliere con qualche mese di anticipo, quali fiori ed erbe aromatiche potranno piacere ai nostri affezionati clienti. Per fortuna è un’arte facile da apprendere perché tutti amano le cose belle e colorate, come i nostri fiori,attualmente sono coadiuvato da mio figlio Federico che condivide con me i mercati e le fiere, in attesa di Mirko ancora studente.

IL MIO SOGNO
Chi, come me, è amico della terra sa accordare i propri desideri con i tempi della natura. Sogno di inventare nuovi colori, nuove forme di petalo, nuovi profumi, collaborando con la natura, senza forzare i suoi ritmi e rispettando le sue condizioni. In fondo, colori e profumi mettono allegria. E’ come se cercassi di contribuire a far contente le persone e riconciliarle con la generosità della terra. So che mi posso permettere questo sogno perché amo il mio lavoro.

IL MIO MIGLIOR PRODOTTO
La mia passione è coltivare piante erbacee perenni, fiori che mantengono la loro struttura delicata ma che non muoiono a fine stagione e si rinnovano nel tempo, anche per cinque o sei anni consecutivi. Sono adatte per popolare e far vivere aiuole e giardini. Eccezionale è la Pholx Subulata, che si forma in cespugli variamente colorati, dal bianco al viola; i petali sono modellati a forma di cuore, forse per questo ama il sole, preferisce gli spazi aperti e resiste al freddo. Un esempio di bellezza che sa ingannare il tempo.